top of page

Grupo Limpeza Painel Solar

Público·119 membros
Valentine Schukin
Valentine Schukin

LA FRECCIA NERA (1968)


La freccia nera è uno sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai nel 1968: liberamente tratto dall'omonimo romanzo storico di Robert Louis Stevenson e diretto da Anton Giulio Majano, fu trasmesso in sette puntate la domenica sera sul Programma Nazionale, dal 22 dicembre 1968 al 2 febbraio 1969.




LA FRECCIA NERA (1968)


Download File: https://www.google.com/url?q=https%3A%2F%2Ftinourl.com%2F2ufOlH&sa=D&sntz=1&usg=AOvVaw0F08VxWK3Hq0bWMROIDbAp



Nella cronologia dei teleromanzi e sceneggiati RAI, La freccia nera arriva alla fine di un anno che aveva proposto Le mie prigioni, il kolossal Odissea, il Cristoforo Colombo di Cottafavi e Sherlock Holmes: la tv di Stato tornava a un romanzo di Stevenson dopo aver già prodotto, da suoi titoli, Il club dei suicidi, L'isola del tesoro, Avventure di mare e di costa, e contemporaneamente alla realizzazione di Jekyll, che andrà in onda appena terminate le puntate della Freccia nera.


Un'altra caratteristica della Freccia nera è che ha molti esterni rispetto alla media degli sceneggiati realizzati fino a quel momento. E nell'annunciare il teleromanzo, la stampa sottolineava che le riprese erano state realizzate con l'allora innovativa thecnic-cam, telecamere con pellicola per ottenere una definizione di tipo cinematografico. Tra gli operatori di ripresa in esterna c'era un giovane Dante Spinotti, poi divenuto direttore della fotografia di fama internazionale.


Dick, con Bennet Hatch, giunge dove vive l'anziano guerriero Nick Appleyard per informarlo che deve assumere il comando delle truppe del castello. Il vecchio viene però trafitto mortalmente da una misteriosa freccia nera. Nessuno fra i presenti riesce a spiegare il significato di questa morte e, soprattutto, che cosa rappresenti la freccia nera.


Dick si batte in un duello con un nobile del palazzo riuscendo ad ucciderlo. Poco dopo incontra sir Olivier che, preso dal rimorso, si rifiuta di celebrare il matrimonio, e conduce Dick nella chiesa. Qui lo raggiunge anche l'amico Will che gli promette che Ellis Duckworth sarebbe intervenuto impedendo il matrimonio. Ma per Dick la situazione è ormai drammatica dato che tutte le uscite del palazzo sono state bloccate. Arriva il mattino, tutto è pronto per il matrimonio ma il capo delle Frecce Nere si intrufola nel bel mezzo della celebrazione calandosi da una finestra, uccide lo sposo con una freccia e tenta di fare lo stesso con sir Daniel, che tuttavia riesce a mettersi al riparo. Approfittando del panico che si sta diffondendo nella chiesa, Dick e Senzalegge tentano di rapire Joan, ma vengono fermati dalle guardie. Così, a dispetto di sir Daniel che li vorrebbe condannati immediatamente, vengono affidati a lord Risingham, amministratore della giustizia a Shoreby. Entrambi vengono rimessi in libertà ma ad un patto: devono portare a lord Risingham il messaggio in cui vi era la prova che sir Daniel stava di nuovo per passare alla bandiera avversaria. Dick, sulla via di ritorno da lord Risingham, viene però trattenuto da uno scontro tra il duca di Gloucester e cinque uomini che lo avevano assalito. Dick si batte valorosamente accanto al duca, il quale crudele ma generoso nel ricompensare, affida a Dick una posizione di comando nell'imminente battaglia di Shoreby che avrebbe deciso le sorti dell'Inghilterra.


Le musiche dello sceneggiato sono state composte da Riz Ortolani.La canzone La freccia nera, cantata da Leonardo e coro, è stata scritta da Sandro Tuminelli, che ha anche interpretato la parte di uno dei ribelli. Questo il testo:


La freccia nera ebbe un successo di pubblico epocale: indice di gradimento 80 (quasi come Canzonissima, ossia la trasmissione allora più seguita dell'anno),[1] battendo per esempio La cittadella, e una media di oltre 16 milioni di spettatori a puntata.


Dato il successo, lo sceneggiato fu poi replicato più volte, anche da altre emittenti:[9] nel gennaio-febbraio 1977 in prima serata sul Secondo programma, nel marzo 1983 da Telemontecarlo, l'anno dopo su Raitre alle 17 e di nuovo nel settembre di quell'anno su Raidue, sempre al pomeriggio e con frequenza quotidiana, ma dividendo ciascuna puntata in due parti di circa mezz'ora così che la trasmissione avvenne in quattordici giorni; nel 1985 andò in onda su Tele Capodistria; nel 2006 anche su Sat2000.Rai Trade ed Elleu Multimedia hanno poi commercializzato La freccia nera prima in VHS quindi in DVD (2001).


Glauco Onorato was born on December 7, 1936 in Turin, Piedmont, Italy. He was an actor, known for All Dogs Go to Heaven (1989), La freccia nera (1968) and Merkwürdige Lebensgeschichte des Friedrich Freiherrn von der Trenck (1973). He died on December 31, 2009 in Rome, Lazio, Italy.


Aldo Reggiani was born on December 19, 1946 in Pisa, Tuscany, Italy. He was an actor and writer, known for Una magia saracena (2015), La freccia nera (1968) and The Cat o' Nine Tails (1971). He died on September 26, 2013 in Rome, Lazio, Italy.


Born in Rome, Merli is active on film and television and he has appeared in over 27 films since 1965. He had his breakout role in the 1968 RAI television series La freccia nera.[2] After some further television success through the TV series Le terre di Sacramento and E le stelle stanno a guardare Merli made his film debut in the 1971 Miklós Jancsó's drama film La tecnica e il rito, then he became quite active in films of "poliziottesco" or political genre, often in leading roles.[2]


  • Television series The Black Arrow (1951) - A two-parter British live-action series starring Denis Quilley as Dick.

  • The Black Arrow (1958) - A live-action series by the BBC that is believved to be lost. Starred Patrick Blackwell as Richard Shelton, Anne Dickins as Joanna Sedley and Barry Letts as Sir Daniel Brackley.

  • La Freccia Nera (1968) - Italian TV series. It ran for seven seasons.

  • The Black Arrow (1972) - A British tv-series. It ran from 1972 to 1975. Robin Langford and later Simon Cuff played Richard Shelton.



Il vecchio viene però trafitto mortalmente da una misteriosa freccia nera. Nessuno fra i presenti riesce a spiegare il significato di questa morte e, soprattutto, che cosa rappresenti la freccia nera.


Memorabili le musiche dello sceneggiato sono state composte da Riz Ortolani (1926-2014), mentre la canzone La freccia nera è cantata da Leonardo su testo di Sandro Tuminelli (1923-2011), che ha anche interpretato la parte di uno dei banditi. 041b061a72


Informações

Bem-vindo ao grupo! Você pode se conectar com outros membros...

membros

  • Limpeza Solar
  • alan adams
    alan adams
  • Fima
    Fima
  • Andriy
    Andriy
  • Sergio Answer
    Sergio Answer
bottom of page